Intervista con Raphael

Domanda (D): Può dirmi chi è lei?

Raphael (R): Io sono te.

 

(D): Può dirmi la sua età?

(R): Non ho il concetto di tempo.

 

(D): La Conoscenza Tradizionale le è stata impartita in India?

(R): La Conoscenza non dipende dallo spazio e dal tempo.

 

(D): Lei ritiene di essere un Illuminato?

(R): L'ego ritiene di essere questo o quello, ma quando l'ego se ne è andato anche tutti i problemi di distinzione e di qualificazione sono finiti.

 

(D): Generalmente i Guru affermano che i metodi da loro proposti siano i migliori e che la loro Conoscenza sia la sola a condurre alla trascendenza. Lei crede che i suoi metodi e la sua Conoscenza siano i migliori?

(R): Non ho un ego che possa affermare qualcosa del genere.

 

(D): Dunque, chi è Raphael?

(R): Raphael è l'essenza della Dottrina.

 

(D): Ma chi è la persona che sta di fronte a me?

(R): Quello che vedi con i tuoi sensi è, di fatto, la Dottrina.

 

(D): Che cos'è "La via del Fuoco"?

(R): E' l'arte ti scoprire sé stessi.

 

(D): Ma su cosa si fonda la "Via del Fuoco"?

(R): Si fonda sulla Conoscenza Tradizionale.

 

(D): è lei che ha inventato questo tipo di Conoscenza?

(R): La Conoscenza Tradizionale è la Realtà stessa.

 

(D): Raphael ha avuto un Guru?

(R): Certamente.

 

(D): Può dirmi il nome del suo Guru?

(R): Questo è il punto: nome e forma; questo è tutto quello che si desidera: spesso perdiamo di vista la realtà che è Brahman.

(D): Senza qualcuno che mi guidi potrei perdermi. Vorrà essere la mia guida?

(R): Tu hai già la tua guida. Che altra guida vuoi?

 

(D): Spiace contraddirla, ma io non ho una guida.

(R): Perché dici questo, se la tua infallibile guida è proprio dentro di te?

 

(D): Può mostrarmi la via per trovare la mia guida interiore?

(R): Tutto quello che devi fare è guardare dentro te stesso, interrogarti; devi soltanto diventare consapevole del fatto di essere tu l'Atman.

 

(D): Ma perché non vuole aiutarmi a rimuovere la mia ignoranza? Certamente sarebbe molto più semplice per me.

(R): Io sono già dentro di te; Raphael sei tu, Raphael è tutti noi. Chiedere qualcosa a Raphael è chiederla a sé stessi. Raphael è uno stato di coscienza.

 

(D): Come posso evocare la Consapevolezza?

(R): Potrei chiederti: come hai evocato l'ignoranza?

 

(D): Raphael, mi aiuterà o non mi aiuterà nella mia sadhana? Vorrei una risposta precisa.

(R): E' possibile che la tua stessa natura, la tua vera essenza rifiuti di rivelare sé stessa? Io non credo. Probabilmente è il tuo ego che non ha compreso e non sa come interrogarsi nel giusto modo.

 

(D): Ma il mio ego è colmo di ignoranza, quale risposta risolutiva può darmi?

(R): Ora siamo nella giusta direzione. L'ego è ignoranza, mentre il Sé è Conoscenza; dunque si deve ricercare il Sé. Il Sé è Essere-Intelligenza-Pienezza.

 

(D): E come posso trovare il Sé? Come può vedere, stiamo tornando alla domanda originaria.

(R): Morendo all'ignoranza. E come puoi morire all'ignoranza, se quella continua a chiacchierare e a mordersi la coda? Nessuna risposta corretta e chiara può arrivare da un ego ignorante. Se desideriamo restare fermi mentre stiamo camminando, cosa dobbiamo fare?

 

(D): Dobbiamo fermarci, restare fermi, smettere di camminare.

(R): Molto bene. Quindi, perché non smetti e resti fermo? Perché non riduci la tua mente al silenzio?

 

Tradotto dal sito www.vidya-ashramvidyaorder.org