Orizzonti del Mistero

Tele Roma Due sulle religioni minoritarie d’Italia, la ricerca spirituale, le tecniche di realizzazione interiore e l’esoterismo

L’emittente TELE ROMA DUE propose, nel 1989, alla Consulta Nazionale Interreligiosa e delle Istituzioni Tradizionali, l’ideazione di Orizzonti del Mistero, serie TV sulle religioni minoritarie d’Italia, la ricerca spirituale, le tecniche di realizzazione interiore e l’esoterismo. Programma sicuramente pionieristico, oltre che coraggioso, in anni nei quali sarebbe stato impossibile immaginare trasmissioni quali VOYAGER (RAI) e MISTERI (ITALIA1).  All’epoca, infatti, TV di stato e Mediaset, negando diritto d’accesso e visibilità alle spiritualità “alternative”, erano fautrici di un approccio estremamente critico, al limite della denigrazione, nei confronti delle realtà religiose non cristiane o quelle, laiche, di ricerca interiore. Pari divieto vigeva per la realizzazione di programmi sulla ricerca scientifica “di confine”. Ne conseguiva che, con riferimento alla spiritualità e alla ricerca interiore, le uniche trasmissioni televisive consentite erano quelle espresse da realtà legate: al mondo cattolico, protestante, ebraico, oltre che i programmi sul paranormale, ottusamente “negazionisti”, realizzati e condotti da Piero Angela (CICAP).  

Orizzonti del Mistero ebbe un successo straordinario, imprevisto, ma prevedibile (da lì a non molto si sarebbe pienamente manifestato, anche in Italia, il “fenomeno” New Age) che suggerì il prolungamento, a dismisura, della programmazione inizialmente prevista di dieci puntate. La serie era caratterizzata da un taglio divulgativo, che facilitava la fruizione da parte di un pubblico di cultura media, che la seguiva con interesse che andava oltre la generica curiosità per il misterioso, come dimostrato dalle telefonate che, a centinaia, giungevano in redazione e indussero la regia alla riproposizione del ciclo in differenti, alternate, fasce orarie di programmazione.

Le puntate realizzate -  che all’occhio sofisticato dell’odierno spettatore non possono che apparire naife - costituiscono testimonianza documentale di un fenomeno culturale e sociale che si sarebbe ben presto manifestato con una potenza mediatica eccezionale: editoria di settore, rubriche giornalistiche specializzate, servizi televisivi tematici. Al fenomeno New Age e Next Age, cui evidentemente alludiamo, ELLE EMME dedicherà, prestissimo, uno spazio speciale, riproponendo parte del materiale d’archivio realizzato: dalla C.N.I.I.T., dall’associazione La STANZA SEGRETA DELL’UOMO, dall’istituto DIAPASON che divenne, nell’ambito, una realtà di documentazione, ricerca e studio leader in tutto il Centro Italia.

Quanto sopra quale premessa per la riproposizione dei video che verranno inseriti nella sezione della Consulta, mentre nella presente, proponiamo la puntata dedicata alla “Psicologia della Coscienza”, intervista eccezionalmente rilasciata dal team della dottoressa Laura Boggio Gilot, principale esponente, conosciuta a livello internazionale, della corrente psicologica denominata transpersonale.